Accesso Utenti

arvika_nome.pngbadajoz_nome.pngcaceres_nome.pngcarloforte_nome.pngcivitavecchia_nome.pngcmmontiernici_nome.pngeae.pngextremadura_nome.pngfocus.pnggela_nome.pnggradomis_nome.pnglegautonomie.pngmurcia_nome.pngnalilg.pngpalermo_nome.pngpiazzaarmerina_nome.pngpisa_nome.pngpomaretto_nome.pngquartuselena_nome.pngriano_nome.pngsarroch_nome.pngsilius_nome.pngskhoder_nome.pngskive_nome.pngsoleminis_nome.pngvittoria_nome.pngzadar_nome.png

Panoramica del progetto

Il progetto

L’Unione europea ha adottato una strategia a medio -lungo termine  per guidare le sue politiche energetiche e climatiche fino al 2020 (Pacchetto 2020 in materia di clima ed energia)[1]  e ha rivisitato gli obiettivi  al 2030 ( Quadro 2030 per le politiche sul clima e l’energia [2]), tenendo conto  dei  recenti cambiamenti economici , degli sviluppi nei campi della tecnologia e della ricerca, e delle evoluzioni dei prezzi dell’energia. 

Il raggiungimento degli obiettivi europei in materia di clima ed energia deve, tuttavia,  necessariamente passare attraverso il pieno coinvolgimento delle autorità locali e dei cittadini, perché è nelle città che si registra l’80% dei consumi energetici. L’esigenza di un approccio bottom up alle politiche energetiche è stato alla base dell’iniziativa europea del  Patto dei Sindaci [3],  lanciata dalla Commissione europea nel 2009, che ha dato avvio alla sperimentazione di un  nuovo metodo di affrontare temi di interesse comunitario basato sul  diretto coinvolgimento delle comunità locali e dei cittadini nel percorso di lotta al cambiamenti climatici e per l’uso sostenibile dell’energia. 

Il progetto ENPCOM- european network for the promotion of the Covenant of Mayors , finanziato nell’ambito del Programma Europa per i cittadini ( misura 1.2 reti tra città) opera in quest’area, rafforzando il coinvolgimento dei cittadini nella lotta al cambiamento climatico e contribuendo allo sviluppo di buone  pratiche collettive e individuali  attraverso il confronto delle esperienze locali.

I Comuni e gli altri soggetti (Province, regioni, associazioni di enti locali) europei coinvolti nel progetto sono, a diversi livelli, impegnati nella pianificazione e attuazione delle azioni in materia di energia e riduzione delle emissioni di CO2. I Piani di azione per l’energia sostenibile rappresentano lo strumento pianificatorio comune a tutte le amministrazioni locali europee, con regole uniformi  e standard  validi in tutta Europa che consentono il confronto e la condivisione dei risultati.

Gli obiettivi del progetto sono:

- Integrazione delle comunità europee coinvolte sulle tematiche del clima, delle emissioni,delle politiche energetiche e delle strategie di adattamento ai cambiamenti climatici;

- scambio e confronto di esperienze in merito alle buone pratiche dei cittadini, individuando sistemi per valorizzarle e dare loro visibilità;

- individuazione di strumenti di comunicazione tra amministratori e cittadini per migliorare la capacità di quantificazione/monitoraggio dei consumi/emissioni privati e per migliorare l'efficacia di azione dei PAES;

-  diffusione dei principi e delle finalità del Patto dei Sindaci e delle politiche energetiche europee;

- condivisione delle migliori pratiche intraprese dalle amministrazioni locali

Il progetto prevede la realizzazione di 4 eventi tematici:

  1. Censimento e monitoraggio dei consumi energetici e comportamento dei cittadini ( Pisa, 27-30 Gennaio 2014)
  2. Modelli di collaborazione tra pubblico e privato nei settori dei trasporti e dell’housing ( Bruxelles 22-25 Giugno 2014)
  3. I modelli di collaborazione tra pubblico e privato nel settore del
  4. Il coinvolgimento dei cittadini nell’attuazione delle politiche energetiche: buone pratiche quotidiane, inclusione nei Paes e diffusione dei risultati.

 

[1] http://ec.europa.eu/clima/policies/package/index_en.htm

[2] http://ec.europa.eu/clima/policies/2030/index_en.htm

[3] http://www.covenantofmayors.eu/index_en.html